2020: IL PRIMO MEZZO SUL QUALE L’IDM LAVORERA’ E’ IL PDV: LE AREE PROMOZIONALI, LA VISIBILITA’ A SCAFFALE, GLI SPAZI TEMPORARY – RETAIL WATCH

Di 4 maggio 2018Newsletter 39

“L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più le promozioni di prezzo

L’industria è propensa a ridurre le promozioni di prezzo. Lo rivela un’indagine di REM Lab (centro di ricerca su Retailing e Marketing dell’Università Cattolica).

È un cambio di scenario senza precedenti e soprattutto una diversità di azione economica.

Guardate il perché leggendo gli investimenti di trade marketing dell’IDM:

Quindi in cinque anni le promozioni di prezzo hanno perso e perderanno 20 punti.

Tiene il volantino ed è il secondo mezzo per esposizione.

Il primo mezzo sul quale l’IDM lavorerà è il pdv: le aree promozionali, la visibilità a scaffale, gli spazi temporary.

Sorprende l’esiguità degli investimenti in digital trade marketing. È chiaro che fare digital nel b2b è più complesso che nel b2c, ma una volta trovate le chiavi operative il rapporto con i category, i buyer e singoli compratori diventerebbe tutto più semplice.

Lasciateci dire la nostra opinione su aspetto non secondario.

Come è ovvio la visibilità a scaffale è studiata sia dall’IDM, sia dai retailer per le loro MDD. Lo scaffale è segnaletico. Nello studiare lo scaffale va attentamente visto, oltrechè il prezzo, anche il pack di prodotto e tutte le informazioni sul pack, sia di marketing sia commerciali, sia di prodotto

Si vedono molto le informazioni commerciali e di marketing pochissimo quelle di prodotto. Sia nelle IDM sia nelle MDD. Eppure le ricerche di mercato di Nielsen, IRi, GFK dicono che il prodotto e la sua funzione d’uso sono importantissime per il cliente.

Forse le informazioni di prodotto sono meno importanti per l’IDM e la GDO?

Propenderei per quest’ultima annotazione. ”

Fonti:

Luigi Rubinelli, Retail Watch, Aprile 2018

https://www.retailwatch.it/Retail/Ricerche/Aprile-2018/L%E2%80%99IDM-Industria-di-marca-ridurra-ancor-di-piu-le-p.aspx