Retail 4.0: il presente che (non) ci aspetta

Di 16 dicembre 2018Newsletter 41

Pubblichiamo la sintesi di questo interessante incontro promosso da Retail Institute Italy che ha riunito lo scorso 4 dicembre testimonianze su “negozi fisici” in diversi Paesi e canali.

Clicca qui per scaricare: Retail 4.0_ il presente che (non) ci aspetta

 

“Un modo per salutare il 2018 facendo un quadro su quelli che sono alcuni spunti di riflessioni da cui ripartire per il 2019 e che ci siamo portati dietro per l’anno appena concluso.

Retail 4.0: il presente che (non) ci aspetta è stato un incontro e un dibattito su alcuni temi cruciali, in particolar modo correlati all’avvento dei nuovi physical store, l’evoluzione della customer experience e le nuove tecnologie, ormai non più così nuove, che fanno parte del quotidiano.

A introdurre questa mezza giornata, trascorsa alla Fondazione TOG in Via Famagosta 75 a Milano, è stato John Ryan Store Editor di Retail Week.

Direttamente dall’Inghilterra, Ryan ha raccontato in soli 30 minuti “What’s new and what matters” nel mondo del retail in tutto il mondo. Un excursus su alcune delle aperture degli store più importanti e significative in questo anno ricco di novità. Dal nuovo store Nike aperto a New York, a Google che a Londra ha dato vita a un’esperienza nuova dedicata ai millennials, dove immortalare tutto con un selfie è d’obbligo. O ancora Casa Amazon, che a Madrid ha aperto un nuovo temporary: i prodotti possono essere guardati e usati ma l’acquisto non avviene in negozio.  L’esperienza è tutto e diventa un focus sempre più centrale.

Clicca qui per scaricare: presentazione John Ryan 

 

L’incontro è proseguito con l’intervento di Giuseppe Stigliano, docente allo IULM e autore, insieme a Philip Kotler, del libro Retail 4.0 – 10 regole per l’era digitale.

Tecnologia che avanza, customer journey in continuo cambiamento: è l’apocalisse del retail? Nulla del genere secondo Stigliano che ha presentato 10 buone regole, o meglio alcune practice da tenere in considerazione quando si fa retail.

“Non possiamo stare fermi. L’unica costante è il cambiamento stesso” ha citato Stigliano proseguendo nella sua analisi di quanto sia importante costruire delle pratiche per il retail che siano fatte su misura.

Clicca qui per scaricare: presentazione Giuseppe Stigliano

 

A chiudere i lavori una Tavola Rotonda per commentare gli spunti del libro di Stigliano-Kotler alla quale sono intervenuti

Claudio Dall’Era, General Manager, Fabriano Boutique;

Enrico Roselli, CEO Europe, La Martina

Alessandro Zanotti, Managing Director Digital Customer & Channels Transformation, Accenture.

Un dibattito acceso con case study e aspetti concreti su come migliorare e portare sempre una ventata di aria fresca. Bisogna dare un’identità sia allo store che all’online, differenziare i due, gli store non sono solo luoghi di vendita ma luoghi dove trascorrere del tempo, essere attenti ai consumatori e capire se il nostro cliente o potenziale è pronto a quel tipo di innovazione che gli stiamo portando.

A moderare l’evento Daniele Tirelli, Presidente di Retail Institute Italy.

Clicca qui per scaricare il pdf: retail_2018_un_anno_che_vale_un_decennio

A seguire si è svolta la consueta Assemblea dei Soci R.I. per fare un bilancio dell’anno appena trascorso.”

Fonte: Retail Institute Italy
https://www.retailinstitute.it/news/retail-4-0-il-presente-che-non-ci-aspetta-2